Glossario

Per informazioni di base sui servizi bancari e finanziari clicca qui

ADR (Alternative Dispute Resolution)

In italiano, "risoluzione alternativa delle controversie". La sigla indica l'insieme di metodi, strumenti, tecniche stragiudiziali di risoluzione delle controversie: una o entrambe le parti si affidano a un terzo imparziale per porre fine a una lite, senza rivolgersi all'autorità giudiziaria. Le procedure più diffuse sono la conciliazione e l'arbitrato.

Arbitrato

Procedura stragiudiziale per la risoluzione delle controversie in cui le parti affidano a uno o più soggetti terzi e imparziali, detti arbitri, l'incarico di decidere sulla controversia. La decisione è detta "lodo".

Conciliazione

Procedura stragiudiziale per la risoluzione delle controversie in cui un soggetto terzo, detto conciliatore, assiste le parti aiutandole a trovare una soluzione di comune accordo ma non ha il potere di prendere alcuna decisione sulla controversia.

Controdeduzioni

Documento con il quale l'intermediario spiega la propria posizione nella controversia.

Fin-Net (Financial Dispute Resolution Network)

Rete europea di cooperazione tra gli organismi nazionali di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di servizi bancari, assicurativi e finanziari. Vi aderiscono tutti i paesi dell'Unione europea, più l'Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia. Per approfondimenti consulta il sito FIN_NET.

Parti

Il cliente e l'intermediario tra i quali è insorta la controversia.

Posta elettronica certificata (PEC)

La PEC è il servizio per inviare email che hanno lo stesso valore della raccomandata AR. Il gestore del servizio PEC invia al mittente la ricevuta dell'avvenuto (o mancato) invio del messaggio. Le normali email, anche se forniscono ricevute di avvenuta consegna o lettura, non hanno valore di posta elettronica certificata.

Reclamo

Comunicazione scritta (lettera, fax, email) con cui il cliente, identificandosi con chiarezza, contesta all'intermediario un comportamento di cui è rimasto insoddisfatto.

Ricorso irricevibile/inammissibile

Ricorso che non può essere esaminato perché incompleto, irregolare o presentato oltre i termini previsti.

Per esempio se:

  • non rientra nella competenza dell'ABF
  • non indica chiaramente il cliente o l'intermediario, oppure è proposto nei confronti di soggetti che non sono intermediari
  • manca la contestazione di un comportamento dell'intermediario
  • non attesta il versamento del contributo spese di 20 euro
  • è presentato senza utilizzare l'apposita modulistica
  • è privo di firma
  • è proposto oltre la scadenza del termine di 12 mesi dalla presentazione del reclamo all'intermediario
  • si riferisce a operazioni o comportamenti dell'intermediario anteriori al 1° gennaio 2009.