Invio del ricorso

Segui questi passaggi per inviare un ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Ricordati che l'ABF può accogliere un ricorso solo quando sono soddisfatte le condizioni descritte in questa pagina.

1. Pagamento del contributo per le spese

Prima di presentare il ricorso è necessario versare 20 euro come contributo per le spese della procedura. Il versamento può essere effettuato:

  • con bonifico bancario sul conto corrente intestato a "Banca d'Italia - Segreteria tecnica dell'Arbitro Bancario Finanziario" - IBAN IT71M0100003205000000000904
  • con versamento sul conto corrente postale n. 98025661 intestato a "Banca d'Italia - Segreteria tecnica dell'Arbitro Bancario Finanziario"
  • in contanti presso tutte le Filiali della Banca d'Italia aperte al pubblico.

Attenzione

In tutti i casi occorre indicare la causale "Ricorso ABF" e il codice fiscale o la Partita IVA del cliente cui il ricorso si riferisce. Copia della ricevuta che attesta il pagamento deve essere inviata insieme al ricorso, che altrimenti sarà irricevibile.

2. Invio del ricorso

Il modulo per il ricorso è disponibile su questo sito e presso tutte le Filiali della Banca d'Italia aperte al pubblico. Una copia del modulo è inoltre acclusa alla Guida pratica all'Arbitro Bancario Finanziario, che deve essere messa a disposizione dagli intermediari alla propria clientela.

Il modulo compilato e firmato, con i relativi allegati, e l'attestazione del pagamento di 20 euro devono essere inoltrati, personalmente o tramite un rappresentante (incluse le associazioni di categoria) con una di queste modalità:

  • per posta, via fax o con posta elettronica certificata (PEC), alla Segreteria tecnica territorialmente competente (presso le Filiali di Bari, Bologna, Milano, Napoli, Palermo, Roma o Torino) o a una qualunque delle Filiali della Banca d'Italia
  • a mano, presso una delle Filiali della Banca d'Italia aperte al pubblico che lo inviano alla Segreteria tecnica territorialmente competente.

3. Comunicazione del ricorso all'intermediario

Il cliente deve inviare all'intermediario una copia del ricorso all'ABF con raccomandata A/R o per posta elettronica certificata (PEC).

In caso contrario, l'invio sarà effettuato dalla Segreteria tecnica che ha ricevuto il ricorso, per consentire l'avvio della procedura.

Dalla ricezione della comunicazione del ricorso l'intermediario ha a disposizione al massimo 45 giorni per inviare alla Segreteria tecnica le proprie controdeduzioni e la documentazione necessaria. Le controdeduzioni trasmesse dall'intermediario saranno inviate al cliente dalla Segreteria tecnica.