Operativi i nuovi quattro collegi di Bari, Bologna, Palermo e Torino

Dal 20 dicembre 2016 sono operativi nelle città di Bari, Bologna, Palermo e Torino quattro nuovi Collegi dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF), il sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie destinato ai clienti di servizi bancari e finanziari.

L’istituzione dei nuovi Collegi, che vanno ad affiancarsi a quelli già esistenti di Milano, Napoli e Roma, consentirà di aumentare la capacità e la rapidità di risposta alle esigenze dei clienti, rafforzandone la tutela.

Il 20 dicembre 2016 sono stati nominati sia i Presidenti dei nuovi Collegi sia i componenti di designazione Banca d’Italia a integrazione delle nomine dei membri designati dalle associazioni rappresentative degli intermediari e dei clienti.

La competenza territoriale dei Collegi di Roma, Milano e Napoli è stata ridefinita.

L’ABF è uno strumento di risoluzione alternativa delle controversie a cui i clienti possono accedere in modo semplice (senza assistenza professionale) e poco costoso (il ricorso costa 20 euro, rimborsati in caso di esito favorevole) per ottenere una decisione in tempi brevi. Il procedimento si svolge soltanto in forma scritta: è sufficiente compilare il modulo disponibile su questo sito.

Dall’inizio di quest’anno sono stati presentati quasi 20.000 ricorsi. In oltre il 70 per cento dei casi, i ricorsi si sono risolti sostanzialmente a favore dei clienti (per decisione favorevole oppure per “cessazione della materia del contendere” con l’adempimento da parte dell’intermediario prima della decisione del Collegio). Nel 2015 sono stati riconosciuti circa 10 milioni di euro ai clienti, senza considerare i casi di composizione della controversia dopo la presentazione del ricorso all’Arbitro.